Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for luglio 2008

“Cornuto”, disse il bue all’asino.
Mentre la balla di fieno si componeva e scomponeva, e la ruota d’acqua girava, l’asino si concentrava sul sole che anche stamattina stava per sorgere sopra a tutta quella gente che non mormora più. Urla, sentenzia.
Le parole del bue che prima stavano in fila indiana ora si mescolavano in mazzi di carte. Nessuno vince.
Allora l’asino iniziò a prendere alcuni di quei pochi frammenti delle mille belate e li mise nella sua ciottola, vicino al recinto affollato. Muovendola un po’ si creavano originali immagini, mutevoli ma belle. Sono diventate i giorni del suo calendario.
Così l’asino non si gira a ragliare più, muove le orecchie: danzano libere dalle corna del bue.

Annunci

Read Full Post »